Caricamento

In gita a Thame

Sveglia ore 6.00, per davvero questa mattina. Ma è sempre dura, durissima, lasciare quel nido caldo del nostro sacco a pelo. La camera è fredda. Il nostro coltellino svizzero segnala 4°C. In camera. 😰

Il cielo è grigio e quelle nuvole non promettono niente di buono. Decidiamo comunque di uscire per fare un po’ di allenamento. Facciamo un’escursione fino a Thame (3.800 m.) per abituare il nostro corpo all’altitudine, per poi tornare alla nostra base a Namche Bazar (3.440 m.). Lungo il tragitto fa freddo, un freddo cane! Ma le salite ci scaldano i muscoli.

Oggi siamo di nuovo fortunati, siamo quasi gli unici ad affrontare il sentiero per Thame, anche perché non è un sentiero molto battuto essendo fuori dalla rotta per l’EBC, e riusciamo a vedere decine di lofoferi himalayani nel loro habitat naturale. Sono così goffi e simpatici. 😆 Incontriamo di nuovo anche il portatore di frigorifero che procede a rilento, ma mica troppo, con il suo frigo sulla schiena. Continuiamo a pensare che sia un eroe.

 

 

Raggiungiamo Thame prima del previsto, solo dopo 3 ore di cammino. E sono solo le 10.00 del mattino. 😬 Che fare ora? Cerchiamo un posticino caldo dove riposarci un po’. Recuperate un po’ di energie ci rimettiamo sulla via del ritorno con calma. Torniamo alla nostra Guest House che siamo C-O-N-G-E-L-A-T-I. Ci infiliamo sotto alle coperte e passiamo il pomeriggio in camera. Il cielo è sempre grigio e domani forse nevica. ✌🏻

Ema e Lisa

Ema e Lisa

LEAVE A COMMENT